Abbattimento definitivo dei costi

fotovoltaico-rinnova

L’energia solare è tra quelle che vengono prodotte, la meno inquinante: non può essere considerata ad impatto ambientale zero in quanto per la produzione dei pannelli stessi si consuma energia. Tuttavia è quella che consente ad un qualsiasi utente di poter risparmiare notevolmente sulla bolletta.

In Italia lo sviluppo dell’energia solare è stato dato dagli incentivi che erano presenti nei primi quattro Piani Energetici Nazionali, che consentivano un totale rimborso della messa in opera. Con il quinto Piano Energetico (quello attualmente in vigore), non sono più previsti aiuti per l’installazione, ma solo delle piccole maggiorazioni relative al costo dell’energia da immettere nella rete.

Nonostante questo taglio finanziario gli impianti fotovoltaici possono avere un enorme vantaggio e possono essere un buon investimento, soprattutto se sono del tipo a scambio sul posto.

Questo tipo di impianto fotovoltaico consente al produttore di poter consumare direttamente la corrente che viene erogata dai pannelli, senza intervenire sulla rete elettrica e questo significa un doppio vantaggio economico.

Risparmio, abbattimento dei costi ed ecologia con gli impianti fotovoltaici

Installare degli impianti fotovoltaici consente infatti sia di abbattere quasi totalmente la voce di costo dell’energia elettrica pura, sia di risparmiare sui cosiddetti costi fissi, che sono le voci inerenti ai costi di dispacciamento energetico ed infrastrutturale.

Gli impianti fotovoltaici hanno anche il vantaggio di poter essere installati (soprattutto nelle periferie) molto facilmente in quanto vi sono notevoli aree (quali terrazzi condominiali, tetti di aziende o supermercati ecc.) che potrebbero essere adibite alla produzione di energia elettrica.

Ma quali sono i vantaggi? E’ davvero conveniente installare impianti fotovoltaici?
La risposta alle due domande è abbastanza facile: Installare impianti fotovoltaici ha notevoli vantaggi, soprattutto in una zona soleggiata quanto è Roma: si parte dai vantaggi fiscali (grazie al Piano Energetico Nazionale, agli incentivi sulla quota energia ed alle detrazioni fiscali del 56% in circa tre / quattro anni si recupera infatti il 100% del costo di impianto) e si arriva ai vantaggi di produzione.

I vantaggi degli impianti fotovoltaici

Questi vantaggi sono dati sia se l’impianto è direttamente collegato alla rete di distribuzione, sia se invece è collegato ad una serie di accumulatori: nel primo caso tutta l’energia prodotta in eccesso viene reimmessa direttamente alla rete di distribuzione e rivenduta, quindi pagata, a prezzo leggermente superiore a quello medio di mercato, mentre nel secondo caso l’energia prodotta viene veicolata negli accumulatori che consentono un uso gratuito dell’energia anche quando la luce solare non è presente.
Tutta l’energia che viene prodotta quando gli accumulatori hanno raggiunto il massimo di carica viene reimmessa nella rete, aumentando mediamente di circa 700 euro (per un impianto che produce 3 KW) il guadagno annuo.

Questo comporta che installare un impianto fotovoltaico nella città di Roma munito di accumulatori consente di avere per 4 mesi l’anno (Febbraio-marzo e ottobre novembre) una spesa energetica pari praticamente a zero, per 6 mesi (da aprile fino a settembre) un guadagno dato dalla re-immissione in rete dell’energia prodotta, e solo due mesi l’anno (dicembre – gennaio) di deficit parziale.

Questa possibilità è data soprattutto dalle nuove tecnologie che consentono di poter sfruttare integralmente la luce solare, anche se questa non è diretta, come ad esempio quando il cielo è nuvoloso o quando il sole sorge (se i pannelli sono orientati a ovest od a sud) o tramonta (nel caso in cui i pannelli siano orientati ad est o sud).